You are currently browsing the category archive for the ‘cazzate’ category.

iPhone, Andriod e BlackBerry… oramai la guerra è in atto. C’è chi tifa per la fluidità dell’iPhone, chi per l’opensource (o presunto tale) di Android e chi per la robustezza del BlackBerry. Gli utenti sono così tanto attaccati ai propri cellulari che cambiare “piattaforma” avvolta risulta difficilissimo. Ne sanno qualcosa  gli esperti di sicurezza della Casa Bianca: Obama, difatti, non ha voluto cambiare il suo BlackBerry 8830 e ha costretto i tecnici della security ad intervenire sul dispositivo per alzare gli standard di sicurezza (è pur sempre il presidente degli Stati Uniti!).  Subito dopo il salto, la tabella comparativa di come gli utenti delle varie piattaforme vedono gli altri… e come vedono se stessi: buon divertimento.

Leggi il seguito di questo post »

Quanto scritto in questo post non è farina del mio sacco, ma è tratto da un thread che ho trovato a questo link… Ciò nonostante, ogni volta che lo leggo sembra che l’autore sia io, tanto mi identifico nella problematica sollevata in queste righe. Perciò mi permetto di pubblicarlo (e di modificarlo in minima parte). Spero che qualcuno non si offenda, e se lo fa, peggio per lui! 🙂 Buona lettura… e benvenuti nel mio mondo.

Senti, tu che te ne intendi…
(aka ovvero la maledizione del ragazzo del computer)

Tutti noi che abbiamo a che fare con l’informatica per hobby o per lavoro abbiamo incontrato il classico amico, parente o collega che puntualmente ha problemi con il pc. Non lo senti per mesi, però quando chiama non è solo per sentire come stai… gli servi!
E’ un rito al quale nessuno si può sottrarre: è inutile che vi nascondiate dentro l’armadio o in mansarda… vi troveranno, sono là fuori e cercano voi! Leggi il seguito di questo post »

Windows 2003: aggiornamento automatico.Vediamo se trovate il particolare (cliccate sull’immagine)…

Gli atei vengono spesso additati dai cattolici come intolleranti e superbi nel mettere le loro teorie scientifiche davanti ad ogni cosa. Personalmente sono stato accusato di “dare dello stupido” a chi crede “alle favolette” che la Chiesa racconta, nonostante ciò non si accosta per niente al mio pensiero: ognuno può credere a quello che vuole, basta che questo non venga imposto direttamente o indirettamente anche agli altri. Ma cosa pensano i cattolici degli atei? Come contestano le teorie scientifiche? Sono davvero così tolleranti come vogliono farci credere? Per fare questo introduciamo Padre Livio.

Leggi il seguito di questo post »

Ma mi domando, perché un semplice video di 5 secondi sta conquistando il web? Perché quello sguardo dovrebbe farmi uscire matto? Perché è così cliccato su youtube? Ma soprattutto, perché non posso più farne a meno??

Aiutatemi! Non riesco a smettere di guardare quel suo occhietto enigmatico!!! Aiuto!!!

Leggi il seguito di questo post »

Dopo il gioco delle differenze, non poteva mancare il gioco dei particolari. Il gioco consiste di trovare un dettaglio che il grafico ha voluto inserire all’interno del catalogo dell’Ikea, regalandoci a noi la possibilità di…

Il cane dell’Ikea

 

Leggi il seguito di questo post »

Il titolo forse non rende bene l’idea, ma il video parla da sé. Esilarante!

GetTheFacts… Ovvero valuta i fatti! E’ la pubblicità che si legge ovunque su riviste dell’informatica e siti internet! Casa Microsoft vuole farti apprendere che, nonostante tu sia costretto a formattare in media 3 volte al mese, il loro software è sicuro! Anzi… leggendo tra le righe, sembra che l’unico modo per stare lontano da virus, spam, cracker e simili sia installare Windows: un contro senso che farebbe ridere pure mio nonno che di computer non ne capisce poi tanto! Meno male che c’è chi ci indica la retta via della sicurezza facendoci ridere pure un pò. Non si tratta dello spinello della foto: quello lo lasciamo a chi di fatti se ne intende!

Prima, però, voglio precisare che non sono un estremista! Ogni sistema operativo senza le giuste precauzioni può essere compromesso. Linux in primis! Ma c’è un limite alla decenza!

Leggi il seguito di questo post »