federicaNon avrei mai creduto di scrivere un articolo che, anche se indirettamente, difendesse Vespa, il famoso lecca-piedi dei potenti, nonché simbolo dell’arroganza con i piccoli (o con chi non la pensa come lui). Eppure, nonostante è da lunedì che non si parla altro, i difensori della TV commerciale, quelli che odiano la Rai perché trasmettono Santoro e Ballarò, sembrano aver perso la lingua (o le dita). Nessuno che parla dell’uscita di Mentana da Mediaset per causa del tutto commerciali. Ma andiamo con ordine.

Sono molti i fan berlusconiani (o semplicemente fan del no-canone), che parlano delle reti commerciali come reti “equilibrate”, che seguono la verità dell’informazione e non gli scopi commerciali o il volere del “capo”. Per quanto riguarda “il volere del capo”, sembrano negare l’esistenza di Emilio Fede, secondo la loro opinione frutto di un’invenzione della sinistra. Per il fatto commerciale, sembrano ignorare che la rete televisiva Canale 5 ha preferito i pianti di Federica, ovvero lo share (i soldi, ndT), invece di trasmettere uno speciale di Matrix sul caso di Eluana. Quei pianti che  suonavano come insulti verso il dolore e la riflessione che si potevano respirare nell’aria dopo l’annuncio della morte di Eluana. La scelta di mandare in onda il GF è stata causa diretta delle dimissioni di Mentana, che personalmente (insieme a pochi altri) considero un’anomalia di libertà di informazione sulle reti Mediaset (basta guardare Studio Aperto e Emilio Fede per capire di cosa parlo).

Cosa più grave, è che i manager di Mediaset, dopo averci dormito sopra, hanno confermato la scelta di far dimettere Mentana! Trovano giusto che i pianti insignificanti e nauseanti di Federica, con il loro 34% di share, siano molto più importanti del silenzioso pianto del padre di  Eluana e della discussione sulla legge per il testamento biologico. E come prova portano avanti quel 34%: hanno fatto bene insomma!

E dovrebbe essere questa l’informazione giusta, non condizionata dagli sponsor? Stronzate come il Grande Fratello valgono più della tragedia della morte? E’ in giorni così che Vespa, nella sua “lecchinaggine”, ha un significato. Se pensiamo che poi ha lasciato ampio spazio alla diretta al senato (oscurando la sua stessa immagine)… beh, tanto di cappello. Ah si, dimenticavo… c’era Emilio Fede su rete4. Peccato che affidare a lui una diretta su un caso delicato come questo, sia come affidare ad un bambino una pistola. Anzi, forse il bambino, a differenza di Fede, non si sparerebbe dritto nelle palle!

Un consiglio per i manager di Canale 5: perché per fare share, non affidare la notizia della morte di Eluana a Alessia Marcuzzi? Il 50% di share assicurato… che potrebbe toccare il 60% se avessero messo i ballerini (?!?) di Amici a fare una coreografia in memoria di Eluana! Gli sarà sfuggito…

Il canone della Rai serve proprio per evitare che fatti simili avvengano sulla tv pubblica, dove il 17% di Vespa conta molto di più del 34% del Grande Fratello e di tutti quei sporchi soldi che Mediaset ha guadagnato con la pubblicità.

Vergogna!

Annunci