VotantonioIl Papa contestato alla Sapienza, Mastella indagato e, soprattutto, a Girifalco si avvicinano le elezioni… e tutto cambia al paese. Tutti gentili. Tante promesse. Tutti a difendere l’elettorato e ad alzare scudi contri i principi dell’uomo qualunque (quello italiano)! E anche “i piani alti” di Slide si convertono alla croce. Scattano accuse contro chi era d’accordo con i professori anti-Pope; i vescovi cominciano a girare per il paese e c’è chi, fervente seguace di Cristo anche se in Chiesa non si è mai visto[1], si spiana la strada per la raccolta di voti a colpi di croce (croce cristiana, non celtica).

Volete la raccolta differenziata? E noi ve la diamo tra un mese, il mese scorso… cioè ora! Ma ora non c’è: e non è colpa dell’inettitudine personale o dell’amministrazione comunale, ma perché la differenziata a Girifalco anche se fatta non servirebbe: infatti i cattivoni della Regione Calabria (quelli votati dagli anti-Christ) raccolgono tutto in un barile. Quindi che senso ha farla ora? Quando i cattivoni a livello superiore smisteranno tutto, allora la faremo. E chi si ne frega se, quando questo accadrà, ci vorrà un lungo periodo in cui abituare i cittadini a farla (per bene)??! Periodo in cui la raccolta ai piani alti funzionerà male (i rifiuti non sono smistati bene), e qualcuno potrebbe anche essere tentato di abolirla per sanare qualche bilancio regionale. Inoltre, mettiamoci nei panni dei cattivoni (e qui qualcuno potrebbe già vomitare). Potrebbero a loro volta pensare: noi la raccolta differenziata non la gestiamo, perché che senso ha se i comuni poi non la praticano? Un circolo vizioso che non ha fine, e che fa gioco solo dei politici dei mesi prima… o dei mesi dopo? La regola che vige in tempo di elezioni è solo una: la colpa è sempre dell’altro. Eppur NON si muove… la raccolta differenziata che doveva partire a Gennaio.

Dalla politica passiamo al clima che si sta creando in Italia a proposito della censura del Papa. Ho detto censura? Mi sono sbagliato. Perché censura non è visto che è stato lui ad “abdicare” all’invito. Sfortunatamente, per chi non è abituato all’espressione del pensiero altrui, sia esso espresso con delle firme, sia sotto forma di manifestazione, questa la considera censura. E i politici tutti a cavalcare l’onda! Che poi the Pope ha detto delle emerite cazzate su Galileo citando una frase di un anarchico (da cui però si è ben avveduto a non citare altri pensieri), a chi può interessare?[2] Siamo in tempo di elezioni, il mondo cattolico va difeso.

E sarà il clima da crociata… e sarà il clima da elezioni… e anche Slide è stato contagiato.

Una frase blasfema ha fatto bannare un utente. E io che sono stato il più blasfemo di tutti (Bigmico e Ferdy ne sanno qualcosa) mi sono chiesto: che cosa ha potuto dire di così grave? Questo:

DIO PER VOI E’ UNA BELLISSIMA BUGIA, PER ME E’ UNA PUTTANATA…
LO SO’ SONO UN BLASFEMO.

Il tutto farcito da emoticons! Tutto qua? Se fossimo stati in un periodo diverso, forse sarebbe stata pure il titolo di una bella poesia. Ma invece è oggetto di censura. Eppure io ho scritto di peggio nei miei anni trascorsi sul forum. Non credete? Leggete questo. Cito:

Certo che cambia! Oggi entriamo in Chiesa e tutti ci facciamo il segno della croce. Se Gesù fosse stato impalato il gesto non sarebbe dei più belli![3]

Neanche un richiamo mi hanno fatto!

Le crociate hanno avuto inizio. Attenti a voi…

[1] Citazione di Federico Salvatore.
[2] Lo so che è stato 20 anni fa, ma non credo che abbia ammesso l’errore.
[3] Battuta di Luttazzi… lui si che fu censurato.

Annunci